Serie C - Avversario difficile

ITAL CONTROL METERS VILLASANTA 64

FORTITUDO BUSNAGO 77
 
VILLASANTA: Passoni L. ne, Moscatelli, Passoni M. 7, Castiglioni 7, Favalessa 3, Marchisio, Mungiovì 9, Pagani 16, Meroni, Ruzzon 16, Gianella ne, Mantelli 6, All. Cogliati
FORTITUDO BUSNAGO: Magni 2, Ravasio ne, Mazzoleni 6, Formentini 9, Farinatti 6, Danelli 5, Milan 6, Brioschi 14, Epis ne, Cacciani 20, Corna 10, Tamagnone ne, All. Galli
 
PROGRESSIONE: 16-24, 34-51, 53-66
 
VILLASANTA – Le quattro vittorie consecutive non sono bastate ai ragazzi dell’Ital Control Meters per scendere in campo con la giusta fame di vittoria. L’avversario è uno dei più difficili della stagione: la compagine di Busnago gioca bene e lo ricorda anche il punteggio della partita di andata finita sull’80 a 51 per i ragazzi di Galli.
Oggi i biancoblu fanno sicuramente meglio, ma il risultato non cambia. La partita si apre subito con due triple di Busnago, firmate Cacciani e Formentini. Prova a rispondere Ruzzon, ma l’attacco degli avversari è incontenibile. Vanno a velocità doppia e tirano con percentuali altissime. Purtroppo anche quando Villasanta riesce a costruire bene, il pallone non entra ed ogni volta dall’altra parte del campo è Busnago a finalizzare. Il primo quarto si chiude sul 16 a 24 con una tripla allo scadere per gli ospiti. Nella seconda frazione Busnago allunga ancora, dopo aver raggiunto la doppia cifra di svantaggio ci pensa ancora Ruzzon a interrompere il parziale degli avversari. Grande intensità in difesa e contropiedi e tiri aperti in attacco per Busnago, mentre Villasanta soffre gli uno contro uno e in attacco fatica a finalizzare soprattutto dentro all’area.
Nel terzo quarto arriva una prima anche se parziale reazione biancoblu. Ma ogni volta che i ragazzi di Cogliati riescono a fare due canestri consecutivi e provano a riavvicinarsi, Busnago risponde ricacciandoli indietro. Nell’ultimo quarto i padroni di casa a tre minuti dalla fine, complice anche un rallentamento da parte degli avversari, riescono a riportarsi a -11, senza però riuscire a finalizzare i successivi possessi e lasciando la vittoria a Busnago.
“In difesa abbiamo sicuramente concesso troppo, fin dai primi minuti permettendo tiri aperti e mettendo in gioco sempre le rotazioni sugli uno contro uno. Dall’altra parte non abbiamo sfruttato mai i vantaggi, faticando a trovare delle buone soluzioni – ha analizzato coach Cogliati – Se devo trovare dei lati positivi oggi i ragazzi a differenza della partita di andata non hanno mai mollato, anche se non siamo mai riusciti a riaprire la partita”.
Settimana prossima altra sfida difficile contro Ebro, bisogna lottare fin dal primo minuto.