Serie C - Giù il cappello davanti alla capolista!

EBRO BASKET 76

ITAL CONTROL METERS VILLASANTA 59
 
 
EBRO BASKET: Ardizzone 14, Borroni 13, Piovani 16, Fontana 4, Usuardi 2, Binaghi, Martini 6, Piva 2, De Simone 6, Galletta 13, All. Derivo

VILLASANTA: Fajoui ne, Passoni M. 7, Moscatelli, Mungiovì 9, Carolo 8, Favalessa F. 13, Pagani 9, Vivian, Malberti 6, Grillo 2, Favalessa M. 5, El Shaarawi ne, All. Silvestri
 
PROGRESSIONE: 16-13, 35-28, 52-45
 
MILANO – Giù il cappello davanti alla capolista! I ragazzi del Team 86, come ogni domenica, scendono in campo pronti per strappare il foglio rosa della vittoria, ma questa volta sono costretti a farsi da parte e lasciare i due punti a Ebro. Rientrato Pagani dopo l’influenza, nella panchina biancoblu manca solo Saini, ma bisognerà aspettare ancora un paio di settimane prima del suo rientro.
Certamente non una delle migliori prestazioni quella dei ragazzi di coach Silvestri che si trovano difronte una squadra ben organizzata e compatta. Il divario finale di 17 punti è in realtà frutto degli ultimi dieci minuti di gioco, in cui i villasantesi hanno lasciato scappare gli avversari.
La partita è stata per i primi tre tempi abbastanza aperta, Ebro in attacco fa canestro con maggiore facilità, togliendo invece le soluzioni congeniali ai villasantesi. I biancoblu non riescono a scappare in contropiede e sono costretti ogni volta a costruire azioni a difesa schierata. Nonostante le difficoltà rimangono a distanza ravvicinata fino a fine terzo quarto. Dal -7 del trentesimo minuto, si arriva al -17 del risultato finale. “Purtroppo abbiamo fatto troppa fatica nella fase offensiva, dobbiamo ricominciare a giocare i nostri schemi e a trovare le soluzioni migliori” ha commentato coach Silvestri, “Loro sono un’ottima squadra e noi, commettendo qualche errore di troppo in difesa, abbiamo concesso troppo. Ora bisogna solo lavorare in vista della prossima settimana”. Una prova non brillante per i villasantesi, che domenica prossima al PalaVilla devono assolutamente rimettersi sulla giusta carreggiata per affrontare l’importante match contro l’Ussa Nova.