Serie C - Altri due punti conquistati!

ITAL CONTROL METERS VILLASANTA 82

BASKETOWN MILANO 72
 
 
VILLASANTA: Fajoui ne, Passoni M. 7, Moscatelli 12, Mungiovì 12, Carolo 7, Favalessa F. 12, Barazzetta ne, Vivian ne, Malberti 14, Grillo 16, Favalessa M. 4, El Shaarawi ne, All. Silvestri

BASKETOWN: Botto T. 9, Belli 19, Colombo 8, Iosca M. 14, Pacella, Botto F. 3, Catania, Mazzi 2, Iosca A. 11, Rota 2, Valgiovio, Stasi 2, All. Papale 
 
 
PROGRESSIONE: 21-22, 43-36, 58-55
 
VILLASANTA – Altri due punti conquistati! Grande vittoria quella dell’ItalControl Meters sul parquet di casa. Partita affrontata senza Pagani, influenzato, e ancora senza Saini. Un match importante anche a livello di classifica: Villasanta è infatti riuscita ad accorciare le distanze dalla squadra milanese, portandosi a -2, ma cosa ancor più importante, è stato ribaltato il risultato dell’andata (la partita era finita con un vantaggio di 9 punti per Basketown).  
Gara molto dura dal punto di vista fisico, fin dai primi minuti, al punto che i ragazzi di coach Silvestri spendono il primo quarto cercando di adattarsi all’intensità fisica degli avversari. I primi 10 minuti terminano sul 21 a 22 per i milanesi, ma i biancoblu non si fanno sorprendere e mettono a segno un buon secondo quarto.
Al rientro dagli spogliatoi Basketown prova più volte a rifarsi sotto, ma Villasanta riesce a concretizzare bene in attacco e a riallungare.
La partita si decide negli ultimi dieci minuti. I biancoblu si distraggono nei primi minuti e gli avversari ne approfittano per riportarsi a +2. Ci pensano Grillo e Mungiovì a spaccare la partita e a strappare il foglio rosa della vittoria.
“Sono molto contento, una buona prestazione di squadra, tanto che in cinque sono andati in doppia cifra!” ha commentato coach Silvestri “Una vittoria che vale ancor di più: aver ribaltato il risultato è fondamentale in un campionato come il nostro!”.
Settimana prossima si gioca sul campo della capolista Ebro, sperando di replicare l’ottima prestazione dell’andata, chiusa con una sconfitta, ma con una rimonta incredibile e con mezza squadra in infermeria.