Serie C - Battuta d'arresto

ITAL CONTROL METERS VILLASANTA 61

POSAL SESTO 73
 
 
VILLASANTA: Saini 2, Passoni L. ne, Moscatelli 2, Pagani 13, Mungiovì 14, Carolo 7, Favalessa F. 13, Barazzetta ne, Vivian ne, Fajoui, Grillo 10, El Shaarawi ne, All. Silvestri

POSAL: Minoggio 15, Ceccariglia, Clemente, Angiolini 10, Capaccioli 21, Vignati ne, Roselli 16, Nava, Fortunati 8, Vettore 3, All. Signorini
 
PROGRESSIONE: 21-19, 37-44, 52-55
 
VILLASANTA – Battuta d’arresto contro la Posal! Il Team 86 non riesce a mettere in atto la rivincita della prima giornata di campionato e anche questa volta deve fare i conti con l’infermeria e fare a meno dei due playmaker Marcello Passoni e Matteo Favalessa.
Nonostante le difficoltà, i biancoblu approcciano bene la partita e, dopo i primi minuti in grande equilibrio, riescono a portarsi avanti di cinque lunghezze. Un momento di black out sembra vanificare ogni sforzo, ma il primo quarto finisce sul +2. Nel secondo quarto, complici le ottime percentuali al tiro avversarie, i giocatori della Posal si rifanno avanti. Due fischi arbitrali (un antisportivo e un tecnico) permettono alla compagine ospite di allungare fino a +9. Si entra negli spogliatoi sul 37-44.
Il terzo quarto vede la grande reazione biancoblu che infligge un parziale di 11-0 e si porta avanti, ma subito dopo ecco una controreazione della squadra ospite che risponde con un deleterio 0-7 finendo il quarto in vantaggio. Il colpo finale viene inflitto negli ultimi dieci minuti e i giocatori di casa non sembrano avere più le forze per rispondere. “Abbiamo cercato la rivincita, ma purtroppo non c’erano le condizioni ideali” ha commentato a caldo coach Silvestri “Abbiamo speso tutte le nostre energie nel recupero dopo l’intervallo e alla fine eravamo sfiniti. Settimana prossima speriamo di riuscire a giocarcela al meglio contro Novate, anche perché i due playmaker dovrebbero rientrare”.
L’appuntamento è allora fissato per domenica 21 gennaio sul campo di Novate Milanese.